932 visite

Gran Bretagna, addio a mascherine, green pass e smart working. Chierchia, Ciisa, anche l’Italia elimini le restrizioni.

Da giovedì, Londra “liberi tutti“, poiché saranno nuovamente abolite tutte le restrizioni dovute al Covid.

Non è la prima volta che il governo di Boris Johnson decide di essere il primo fra i grandi Paesi a dire basta e mettere la parola fine alle misure d’emergenza dovute alla pandemia e in particolare alla variante Omicron.

In sintesi la Gran Bretagna, revoca tutte le restrizioni e ripristina le regole pre-Covid19.

Il Segretario Generale della Ciisa,  Romeo Chierchia: “l’auspicio è quello che anche l’Esecutivo Italiano si svegli dal lungo incantesimo e dica basta a queste restrizioni assurde. Sono alquanto favorevole seguire la linea politica di Boris Johnson e vedere ripristinato anche in Italia il diritto al lavoro a tutti quei lavoratori che non hanno seguito il “regimetto di Stato“, ma che sono vittime del “ricatto di Stato“, vittime di “una discriminazione” che non ha precedenti, sicuramente discutibile in sedi opportune. Sono convinto che oggi basterebbe un provvedimento, di pari forza, per revocare, con effetto immediato, tutte le restrizioni in essere: l’eliminazione dello Smart Working, l’eliminazione del green pass, revoca delle sospensioni dei lavoratori non vaccinati e via le mascherine e così via”. 

Continua il Segretario: “È giunto il momento di convivere col Covid19, come avviene con una normale influenza, dico basta ai numeri, che non corrispondono alla realtà dei fatti sulla «pandemia», basta all’uso di strumenti non scientifici, come il lasciapassare verde. Consapevole che bisogna continuare ad essere prudenti, perché il virus esiste

L’organizzazione sindacale Ciisa, a differenza di altre organizzazioni sindacali che hanno seguito l’andamento politico della maggioranza allargata, si dimostra vicino ai lavoratori cosiddetti appartenenti alle minoranze.

Infine ricorda il Segretario: “sono vicino ad ogni lavoratore che in questo momento è senza stipendio e prendo le dovute distanze dallo Stato e anche di una parte di politici che sono al Governo, sia della maggioranza che dell’opposizione, che non sono stati in grado di limitare le discriminazioni di quelle minoranze che non si sono sottoposti alla vaccinazione con ricatto. Ai cittadini che sono senza vaccinazione l’auspicio è di non mollare e di ritornare presto alla normalità e ricordarsi a tempo debito di come si è stati trattati dal nostro Governatore e relativi esponenti politici“.

La gente come noi non molla mai.

 

Written by