523 visite

PISA, detenuto aggredisce 6 agenti con un coltello. Ciisa, dov’è lo Stato?

Carcere di Pisa, Don Bosco: detenuto realizza un coltello rudimentale e accoltella ben sei Agenti.
Non vi è più rispetto per le forze dell’ordine.
La causa? Noi la vediamo in maniera bilaterale: da una parte abbiamo la politica e dall’altra il governatore dell’istituto di Pisa unitamente al Capo della Polizia Penitenziaria, che spesso lasciano passare in sordina le aggressioni quotidiane ai danni del personale di Polizia Penitenziaria, che sempre più viene abbandonato a se stesso.
La sicurezza sul luogo di lavoro è carente, spesso viene negato loro di potersi difendere per legittima difesa e spesso si evita di utilizzare l’art. 41 c.2 O.P. e ciò anche a causa della mancata applicazione delle scriminanti…
Non manca però la procedura di atti presso la Procura della Repubblica per valutare il reato di tortura ai danni della polizia “che oggi va di moda”…
Gli accoltellamenti come vengono giudicati?
Continuate così e vedrete chi lavorerà per lo Stato.
Lo dichiara, Romeo Chierchia, il Segretario Generale Ciisa

Written by